CLOSE

DEDICA FESTIVAL - P. IVA 01510360934

Anteprima Dedica

A- A+ 

Un “Festival nel Festival” quest’anno, il percorso di avvicinamento alla settimana del Festival, che diventa un viaggio in Afghanistan, il Paese di Atiq Rahimi, con tanti testimoni d'eccezione, fra libri, mostre, reading, cinema, incontri, realizzati in collaborazione con diversi soggetti che si occupano a vario titolo di cultura in Friuli Venezia Giulia e nel vicino Veneto.

Il calendario degli eventi - dal 16 febbraio al 7 marzo 2018 - si snoda tra Pordenone, Udine, Azzano Decimo, Codroipo, Gruaro, Porcia e Sacile.

Tutti gli eventi sono ad ingresso libero.

A CERCARE LA MIA CHIAVE
lettura scenica
a cura dell’Associazione La Ruota di Gruaro
Un viaggio, storico e personale all’interno della vita e degli orizzonti letterari di Atiq Rahimi, delle sue riflessioni sull'Afghanistan - Paese bello, dannato e contraddittorio - sul valore della Parola come mezzo per salvare l’uomo e sul significato dell’esilio. Un viaggio che diventa occasione per una comprensione più approfondita della sua identità di uomo e di scrittore.
La voce di Rahimi è accompagnata da quella di altri autori del passato e del presente che gli sono stati di ispirazione o che hanno trattato temi affini.

venerdì 16 febbraio – ore 20.45
Giai di Gruaro (Venezia)
Villa Ronzani
piazza Giuseppe Verdi 1


KABUL E DINTORNI
inaugurazione mostra fotografica di Romano Martinis
a cura di Cristina Burelli

La Liberia Martincigh propone una mostra di fotografie sull’Afghanistan del reporter udinese Romano Martinis, con le immagini di un Paese che l’Occidente non conosce o, piuttosto, ignora, ritenendo che un’alternativa alle atrocità della guerra non vi possa essere. Gli scatti di Martinis non sono una cronaca di viaggio, ma il racconto di un popolo martoriato, che conserva nel lavoro degli artigiani e nel sorriso dei bambini la speranza di un mondo migliore.
Mostra aperta fino al 3 marzo, da martedì a sabato: ore 10.30 - 12.30 / 16.00 - 19.00

sabato 17 febbraio – ore 18.00
Udine
Libreria Martincigh
via Gemona 40


SOTTO UN CIELO DI STOFFA.
Avvocate a Kabul
incontro con Cristiana Cella e Carla Dazzi
presenta Daniele Zongaro a Porcia
presenta Anna Dazzan a Udine

Sotto un cielo di stoffa fornisce una viva testimonianza di ciò che significa essere donna in Afghanistan. L’autrice nel corso dei suoi viaggi ha raccolto una grande quantità di informazioni e interviste: ciò che viene narrato è un'antologia di storie di abusi e di coraggio, di donne comuni e giovani avvocate che si battono contro le ingiustizie. Il libro è arricchito da una parte fotografica che documenta il paese, dal 1980 ai giorni nostri, con immagini di Carla Dazzi, Cristiana Cella e Hanna Hardmeier.

martedì 20 febbraio – ore 20.45
Porcia (Pordenone)
Auditorium R. Diemoz
via delle Risorgive 3

mercoledì 21 febbraio – ore 18.00
Udine
Sede Fondazione Friuli
Palazzo Contarini — via Manin 15


LA TERRA CHE NON C'É.
Notturno afgano per voce di donna
narrazioni di Angelo Floramo
musiche dal vivo di Paolo Forte
produzione Thesis-Dedicafestival

Tre donne, tre storie, tre momenti nella travagliata vicenda di una terra inventata, nata al tavolino dei trattati internazionali, eppure di radice antica, colta tra la ferocia e la bellezza di un destino sanguigno e crudele.
Lo sguardo che la racconta è femminile. Un melologo in cui alla voce si intesse la musica, quasi un ponte sussurrato sul bordo delle cose, dove la scabrosità del Deserto incontra alla fine la struggente bellezza dell’Aurora.

giovedì 22 febbraio – ore 20.45
Codroipo (Udine)
Ristorante Il Nuovo Doge
Villa Manin di Passariano
via dei Dogi 2

sabato 3 marzo – ore 20.45
Sacile (Pordenone)
Ospitale di San Gregorio
via G.Garibaldi 62

martedì 6 marzo – ore 20.45
Tiezzo di Azzano Decimo (Pordenone)
Sala Enal
via Piave 1


IL DOVERE DELLA TESTIMONIANZA
incontro con Fausto Biloslavo
presenta Claudio Cattaruzza

La professione del giornalista di guerra permette di vedere con i propri occhi quello che accade in prima linea e raccontarlo. Convinzione, passione e il desiderio di mettersi in gioco anche correndo grandi rischi, gli ingredienti per motivarne la scelta. Fausto Biloslavo in oltre trenta anni di attività ha scritto oltre 5000 articoli e testimoniato i principali teatri di guerra nel mondo. 
La sua esperienza con l’Afghanistan è stata particolarmente drammatica. Nel 1987, dopo aver completato un lungo reportage sui mujaheddin del comandante Ahmad Shah Massoud, viene arrestato e detenuto in carcere per oltre sette mesi dalle truppe governative filo-sovietiche.

giovedì 22 febbraio – ore 18.15
Pordenone
Sede Oceano Servizi CGN
via Jacopo Linussio 1/B


LO SGUARDO SOSPESO.
Una lettura itinerante di Atiq Rahimi
a cura di Andrea Visentin
letture di Carla Manzon

Una lettura itinerante attraverso cinque librerie di Udine per avvicinarsi all’opera di Atiq Rahimi ed approcciarsi al suo mondo letterario. Un percorso che vedrà il pubblico scoprire l’immaginario narrativo dall’autore attraverso lo sguardo sospeso di un esule che nella sofferenza e nelle contraddizioni della propria terra trova linfa vitale per una scrittura potente ed evocativa.
Partenza dalla libreria Il Caffè dei Libri di Via Poscolle 65.

sabato 24 febbraio – ore 17.00
Udine
Il Caffè dei Libri, La Feltrinelli, Libreria Friuli,
Libreria Moderna Udinese, Libreria Odòs


AFGHANISTAN… PER DOVE…
inaugurazione mostra fotografica di Carla Dazzi
presenta Adriana Lotto

Gli scatti di Carla Dazzi ripercorrono i suoi numerosi viaggi umanitari in Afghanistan. Da una vasta produzione fotografica raccolta nel tempo è nata questa mostra, una rassegna che svela la luce, delicata e forte allo stesso tempo, “di un Paese di donne e uomini che, pur vivendo dentro i conflitti, cercano soluzioni alternative a quelle
basate sui rapporti di forza e l’uso della violenza”.
Mostra aperta fino al 23 marzo, da lunedì a venerdì: ore 8.20 - 13.30 / 14.30 - 16.50

martedì 27 febbraio – ore 18.00
Pordenone
Crédit Agricole Friuladria
Palazzo Cossetti — piazza XX Settembre 2


AFGHANISTAN E OLTRE...
incontro con Emanuele Giordana
presenta Claudio Cattaruzza

Per diverse generazioni l'Afghanistan ha rappresentato un Paese di grande fascino, un luogo misterioso e ammaliante, porta d'accesso all'agognato Oriente.
Il viaggio spensierato compiuto negli anni Settanta stride con la realtà attuale caratterizzata da un Paese devastato da svariati decenni di una rovinosa guerra.

mercoledì 28 febbraio – ore 18.00
Pordenone
Biblioteca Civica
piazza XX Settembre 11


VIAGGIO ALL'EDEN.
Da Milano a Kathmandu
incontro con Emanuele Giordana
presenta Sarah Gaiotto

Un viaggiatore di lungo corso, per passione e per lavoro, ritorna sulla rotta degli anni Settanta per Kathmandu: il Grande Viaggio in India fatto da ragazzo e ripercorso poi da giornalista a otto lustri di distanza.
L’autore si destreggia tra gli appunti presi su un ormai consunto quadernetto, un grande esercizio di memoria e il confronto con le trasformazioni di quei Paesi che, terminata l’epoca della Guerra Fredda, sono stati attraversati da conflitti o da rivolgimenti economici, oltre che dall’orda dei turisti…

giovedì 1 marzo – ore 18.00
Udine
Libreria Tarantola
via Vittorio Veneto 20


IL PAESE DEGLI ALBERI INCANTATI
lettura per ragazzi a cura di Maria Balliana
Una fiaba che parla della potente magia contenuta in un gesto gentile e ci racconta dell’Afghanistan, di quanta bellezza e poesia regnavano prima delle guerre che hanno sconvolto il Paese di Atiq Rahimi. Lo scopriranno gli studenti delle prime classi della Scuola Media Balliana-Nievo di Sacile attraverso le storie, le immagini e la musica proposte da Maria Balliana.

sabato 3 marzo, evento riservato alla Scuola secondaria di primo grado "Balliana-Nievo" Sacile
Sacile (Pordenone)
Auditorium Scuola Media Balliana-Nievo
viale Pietro Zancanaro 56


(A)FGHANISTAN: UN ÉTAT IMPOSSIBLE?
proiezione del film documentario di Atiq Rahimi
Paesi Bassi/Francia 2002, 52 min.
sottotitoli in italiano
introduzione di Cristiano Riva

Afghanistan significa “terra degli Afghani”. Senza la “a” fghanistan significa “terra di lamenti e di grida”. Gli eventi che si sono succeduti nel corso della storia di questo Paese hanno dato sfortunatamente a questa seconda parola un’accuratezza profetica.
Il documentario, costruito da Atiq Rahimi in modo brillante ed accurato, alterna filmati d’archivio, interviste a politici influenti e commenti sul destino della propria famiglia, nell’intento di raccontare gli avvenimenti e di riannodare i legami con la propria identità.

mercoledì 7 marzo – ore 20.45
Pordenone
Cinemazero
Piazza Maestri del Lavoro 3

 

Gli eventi di Dedica festival Anteprima sono realizzati:

con il sostegno di
Fondazione Friuli
Comune di Azzano Decimo
Servizi CGN
Crédit Agricole Friuladria

con il patrocinio di
Comune di Porcia
Comune di Sacile

in collaborazione con
Associazione La Ruota Gruaro
Associazione Insieme si può
Purlilium Act
Biblioteca Civica Pordenone
Librerie in Comune – Udine
Caffè Letterario Codroipese
UTE di Sacile e Altolivenza
Scuola secondaria di primo grado “Balliana-Nievo” Sacile
Cinemazero

 

Maggiori informazioni e aggiornamenti nella sezione NEWS di questo sito.


Scarica il programma completo >>