SELECT `contenuti`.`titolo`, `contenuti`.`testo`, `contenuti`.`creato_il`, `contenuti`.`allegato`, `categorie`.`alias` AS aliasCat FROM `contenuti` LEFT JOIN `categorie` ON `contenuti`.`id_categoria` = `categorie`.`id` WHERE `categorie`.`alias` = 'news' AND `contenuti`.`alias` = 'dedica-incontra-rinascimento-e-rinascita' AND `contenuti`.`attivo` = '1' AND `contenuti`.`id_lingua` = '1'

News

CLOSE

DEDICA FESTIVAL - P. IVA 01510360934

26.06.2019
Dedica Incontra: Rinascimento e rinascita Back >>

Dedica Incontra

 

RINASCIMENTO E RINASCITA
dall'Uomo Vitruviano di Leonardo Da Vinci a
Segno Arte di Michelangelo Pistoletto

PORDENONE
Convento San Francesco
martedì 2 luglio 2019 ore 18.00

conversazione con PAOLA SALVI
interviene Francesco Saverio Teruzzi
introduce Claudio Cattaruzza

Ingresso libero

 

Il cosiddetto Uomo Vitruviano di Leonardo da Vinci è il disegno più famoso del mondo.
La figura coincide con le posizioni descritte da Vitruvio nel suo trattato sull’architettura  ?  l’uomo iscritto nel cerchio e nel quadrato  ?  e riprende il canone proporzionale di Leon Battista Alberti, confrontandosi anche con gli altri artisti rinascimentali che ci hanno lasciato studi di misure del corpo umano. L’Uomo Vitruviano di Leonardo è stato più volte utilizzato per rappresentare l’uomo occidentale e il desiderio di un’armonia che stiamo perdendo.
Se Leonardo metteva in guardia l’artista dal riproporre le proprie fattezze, facendo riferimento ad un corpo ideale determinato dalla geometria del cerchio, del quadrato e del triangolo, con l’opera Segno Arte (1976) Michelangelo Pistoletto ha ricercato una forma geometrica che, partendo dal proprio corpo, lo contenesse avendo un solo centro, l’ombelico. Con Segno Arte – Uomo Vitruviano (1976?2007), l’Uomo di Leonardo ha incontrato il pensiero dell’artista contemporaneo.
Nel procedimento di costruzione di Segno Arte, Pistoletto ha infatti sostituito al proprio corpo quello dell’Uomo Vitruviano di Leonardo, dando luogo ad un’opera in sei elementi che, partendo dalla misura dell’Uomo inscritto nel quadrato giunge, in ‘sequenza’, a Segno Arte. Passando dal valore metrico, come centro del corpo misurato, al valore simbolico, Pistoletto ha richiamato l’attenzione sull’ombelico come ‘segno’ della nascita. Di conseguenza il corpo oggetto dell’interesse della contemporaneità non è più quello, rigidamente schematizzato nelle proporzioni, del corpo maschile del Rinascimento, ma quello più fluido del corpo femminile, cui è affidata la procreazione e il mantenimento della specie umana.

L’uomo di Leonardo era posto al centro di un mondo da scoprire, oggi, il Segno Arte ricavato dallo specchio configura un essere umano che si proietta nel futuro guardando nel passato, come una bilancia temporale, e indirizza l’attenzione verso nuove proporzioni che l’umanità deve considerare per procedere oltre.
(M. Pistoletto)

La conferenza di Paola Salvi, avvalendosi dei sui approfonditi studi sull’Uomo Vitruviano di Leonardo e delle numerose conferenze e conversazioni pubbliche tenute con Michelangelo Pistoletto, metterà in luce il significato di Segno Arte come rispecchiamento dell’artista e dell’uomo, nonché del grande progetto collettivo del Terzo Paradiso, nella permanenza dei valori di consapevolezza e di rinascita che legano l’uomo attuale a quello del Rinascimento.

PAOLA SALVI
È docente di Semiologia del corpo all’Accademia di Belle Arti di Brera – Milano presso la quale ha ricoperto l’incarico di Vicedirettore. È considerata una delle maggiori esperte dell’opera e del pensiero di Leonardo da Vinci con particolare riguardo al disegno, agli studi anatomici, alla trattatistica e alle modalità rappresentative e di visualizzazione. È autrice di numerosi saggi e libri sull’artista, nonché curatrice di importanti mostre e convegni.

organizzato da
Sexto Associazione Culturale
Associazione "Pro Sesto"

Sexto Unplugged          ProSesto

 

in collaborazione con
Thesis Associazione Culturale
Fondazione Pistoletto - Cittadellarte

Thesis       Fondazione Pistoletto

 

e con il patrocinio del Comune di Pordenone

     Comune Pordenone